Al disordine compositivo dettato da numerosi interventi successivi alla costruzione, come ad esempio la pittura data sulla pietra leccese, o rappezzi cementizi, si è cercato, sotto la direzione lavori dell’Arch. Massimo Ratta, di restituire quanto più possibile del disegno originale.
All’utilizzo di KEIM Restauro Lasur, colore a pigmentazione fine a base di sol di silice diluito con KEIM Restauro Fixativ, Ratta ha richiesto l’intervento delle maestranze scalpelline locali per il recupero di tutti i dettagli decorativi.
Usato direttamente su intonaco opportunamente preparato con specifiche malte, KEIM Restauro Lasur, ha permesso un intervento mirato. Eretto su due ordini scanditi da lesene bianche terminanti in capitelli con incise delle foglie, l’edificio, che presenta anche superfici decorate da intonaco bicromico e bassorilievi con inserimento di pietre e vetri colorati, è un esempio di recupero consapevole di buona parte del patrimonio artistico che caratterizza il Bel Paese da parte di privati.
[{"image":"/blog/decori/supersano Lecce/DSC03378.JPG","caption":"","link":"","blank":false},{"image":"/blog/decori/supersano Lecce/DSC03377.JPG","caption":"","link":"","blank":false}]